Italia.gif (5305 byte)

Sail Adventures

Home News Bareboat Itinerari a vela Itinerari culturali Link Contatto

Malta

Situato a 90 chilometri a SE della Sicilia, l'arcipelago, composto dalle isole di Malta (345 kmq), la più estesa, Gozo (67 kmq), Comino (2,8 kmq), Cominotto e Filfla, è al centro del Mediterraneo. Queste da millenni sono le acque più transitate del mondo: tutti i traffici, le invasioni, le migrazioni, sono passate attraverso le sue coste e Malta, con la sua storia, ne offre orgogliosamente la memoria. I vari colonizzatori Fenici, Cartaginesi, Romani, Arabi, Normanni ed altri, vi hanno lasciato segni indelebili, ancora oggi visibili nei punti e nei luoghi più disparati. Malta è un'isola che affascina anche per la sua storia, strettamente legata a quella dei suoi Cavalieri. L'Ordine fu fondato dal Beato Pietro Gerardo al tempo della prima crociata, quando andavano ad offrire il loro aiuto ai pellegrini che si recavano in Terrasanta. Quando gli infedeli la conquistarono, i Cavalieri si spostarono prima a Cipro, quindi a Rodi e poi, scacciati da Solimano, finalmente a Malta, dove divennero l'ultimo baluardo della cristianità contro le invasioni musulmane. Malta, il cui nome pare derivi dal fenicio "maleth" che significa rifugio, tiene fede al suo nome, come meta ambìta sia dai navigatori da diporto che dai subacquei o dai normali turisti, che nel clima dolce dell'arcipelago trovano appunto un rifugio
Per quanto riguarda la pesca, le isole offrono notevoli possibilità di cattura di pesci pelagici, come pesci spada, aguglie imperiali e lampughe e non ci sono limiti di pesca con la canna, se non il divieto assoluto di qualsiasi tipo di cattura attorno all'isola di Filfla. Per raggiungere l'isola si può scegliere fra i traghetti in partenza da Salerno, Reggio Calabria, Catania o i rapidi aliscafi da Catania, Pozzallo e Licata, o i voli giornalieri Air Malta o Alitalia in partenza da Roma (un'ora di viaggio) e Milano (due ore). Chi invece arriva via mare dall'Italia con la propria barca, può scegliere come punto di partenza per la traversata Marzamemi, un porto caratteristico non molto lontano da Capo Passero, punta estrema Sud della Sicilia, che ha il vantaggio di distare appena 50 miglia da Malta. Se si arriva via mare bisogna issare la bandiera gialla (Q del codice internazionale) e poi, una volta sbarcati, bisogna espletare le pratiche doganali presso l'ufficio apposito. La Valletta, che è la capitale, offre subito alla vista di chi giunge via mare il massiccio e chilometrico Forte di St. Elmo, che divide il porto di Marsamxett e il Grande Porto.
Quest'ultimo, interamente naturale, si estende per circa due miglia nell'entroterra fino a Marsa, per molti secoli centro di cantieri di costruzioni e riparazioni navali. Sul lato sud-orientale, ci sono due piccole penisole, dove sorgono le cosiddette "tre Città": Vittoriosa, Senglea e Cospicua. Ma il porto più ospitale per i diportisti è sicuramente quello di Marsamxett, al cui interno vi sono diversi approdi: segnaliamo in particolare il Manoel Island Yacht Yard, situato sull'isola omonima, che dispone in banchina di tutti i servizi, e il Msida Marina Yachting Centre, il più grande porto turistico dell'arcipelago, 
costruito negli anni '80, che ospita oltre 1.000 imbarcazioni fino a 20 metri. Citiamo anche il prestigioso Club Nautico da dove parte la famosa regata Middle Sea Race, dove si può trovare ospitalità. Procedendo in senso antiorario, si può navigare alla scoperta della costa orientale di Malta. Questo tratto di mare, caratterizzato da una costa bassa e irregolare, è particolarmente trafficato d'estate, per il viavai dei numerosi mezzi diretti alle vicine isole di Comino e Gozo. Passata la moderna area residenziale di Silema, si giunge alla Saint Julian Bay, ben protetta dai venti del nord, dove è consigliabile fermarsi almeno una notte. Procedendo la navigazione si incontrano tre grandi baie dove si può ancorare alla boa. Infine si arriva a St. Paul Bay, con costa alta e frastagliata e acque limpide e tranquille, dove si narra che naufragò San Paolo nel 60 d.C., in viaggio verso Roma. Da qui la conversione del popolo maltese al Cristianesimo. Poi si incontra la Baia di Mellieha, la più grande della costa nord, con all'interno l'affollatissima spiaggia che la caratterizza. E' anche il punto più vicino per raggiungere Comino, isola piena di grotte e archi naturali, adornata da due spiaggette. Antico covo di pirati durante il Medioevo, è particolarmente bella e, insieme alla vicina Cominotto, forma la Blue Lagoon che costituisce uno dei luoghi balneari più spettacolari della zona, oltre che particolarmente apprezzato dai subacquei. A mezzo miglio da Comino c'è Gozo, dove sembra che il tempo si sia fermato: l'isola conserva intatta la sua natura, qui si trovano i coloratissimi "luzzi", tipiche barche da pesca maltesi con strisce di colore bianco, giallo e rosso. A sud di Gozo possiamo trovare ottimo rifugio nel porto di Mgarr, il maggiore dell'isola, quello che garantisce i collegamenti marittimi con Malta attraverso aliscafi e traghetti, e dove esiste anche un marina su pontili galleggianti. Le due baie da non perdere sono San Blas Bay e Ramla Bay; in quest'ultima, tempestata di ruderi romani, si apre la grotta di Calipso, dove, secondo Omero, Ulisse visse per sette anni in compagnia della ninfa, prima di far ritorno a Itaca. La baia di Marsalform è invece dedicata al turismo di massa, con grandi alberghi e ristoranti. Arrivando in fondo alla baia, quasi nascosto, sulla sinistra si accede a un porticciolo di pescatori spesso affollato. Si può anche ancorare alla ruota nel centro della baia, ma al primo accenno di maltempo con venti da N-NE, bisogna subito riparare a Mgarr. Tornando sulla costa Sud maltese, alta, spesso frastagliata e profondamente incisa, molte sono le baie ma poche quelle veramente riparate, tra cui le limitrofe Golden Bay e Gnejna Bay. Il mare profondo assume qui una colorazione blu scura estremamente affascinante. Risalendo lungo la costa est si apre il golfo di Marsaxlokk, pittoresco borgo di pescatori, dove è possibile ancorare per la notte. Dopo un susseguirsi di piccole baie e rientranze, si giunge a Marsakala Bay, dove si trova riparo nella profonda insenatura, che dista appena 3 miglia dal porto di La Valletta, dove terminiamo la nostra circumnavigazione.